Justine Mattera
Justine Mattera

Justine Mattera in “Extravaganza!”: «Alla mia Wanda piace tanto ridere ma nasconde una nota di tristezza»

Justine Mattera in "Extravaganza!"

“Extravaganza!” è il nome del night-club;  Robin – una donna travestita da uomo di cui nessuno conosce il trucco/inganno – vive e lavora all’interno del locale.

È una entertainer di successo, ma la sua vita si esaurisce tra le pareti del locale, dalle quali non ha più voluto uscire fin da quando ha cominciato il suo lavoro.

Quello di Robin è un isolamento volontario, il night-club è per lei un posto sicuro che la preserva dai rischi e dai pericoli del mondo esterno e, travestita da uomo, evita le discriminazione di genere subite finché si presentava come donna oltre che aggirare le responsabilità di una vita anche solo normale.

Trascorrendo il tempo tra uno show e l’altro, Robin vive il suo successo e quando le luci del palcoscenico si spengono trova rifugio nella sua solitudine mitigata navigando sui social, giocando a video-games con avversari on-line – unica possibilità di “contatto” con persone del mondo esterno – guardando video e utilizzando un apparecchio per la realtà virtuale.

Il 2 dicembre al teatro Faraggiana di Novara ed il 9 dicembre al teatro Pro Loco di Borgosesia va in scena “Extravaganza!”, il musical di Romy Padovano, prodotto dalla Revolving Film & Game Srl, con Pietro Pignatelli, Giulia Ottonello, Helena Hellwig, Letizia Bonucci e Luca Pozzar.

Protagonista indiscussa sarà Justine Mattera, nota showgirl che ha incantato tutti da sempre per la sua bellezza, è anche però riconosciuto il suo talento artistico. Ne abbiamo parlato proprio con lei.

 

***

 

Justine Mattera in "Extravaganza!"

Justine, partiamo dall’inizio: perché dire sì a questo progetto teatrale?

Mi ha convinta Pietro Pignatelli con il quale avevo già lavorato. Mi sono fidata ed eccomi qui.

Tu sei Wanda. Come la descriveresti?

E’ una soubrette che in passato ha avuto molto successo; con i suoi spettacoli è riuscita a comprare il locale. E’ una donna che si mantiene bene, ironica, sicura di sè. Le piace tanto ridere ma nasconde una nota di tristezza.

Avete qualcosa in comune?

Entrambe siamo ironiche e sorridenti, siamo molto materne e pronte ad aiutare gli altri. Cerchiamo di mantenerci in forma.

Sono molto attuali i temi che portate in scena, ovvero la realtà virtuale.

Non mi piacciono molto i social network, i miei figli ci trascorrono diverso tempo della loro giornata; non sono veri, non sono tangibili. Preferisco vivere la vita vera con tutte le sue sfaccettature.

Justine Mattera in "Extravaganza!"

Tu vieni da molto lontano, da New York esattamente. Cosa porti sempre con te degli Stati Uniti?

La puntualità, la precisione, l’essere diretta e trasparente. Lavorando sodo prima o poi il risultato arriva, senza prendere effimere scorciatoie.

Tu e il mondo dello spettacolo: quando hai capito che la strada da intraprendere era proprio quella?

Tutto è iniziato per caso. Dopo la laurea in letteratura, sinceramente mai avrei pensato di intraprendere questo tipo di percorso. Posso dirti che al primo applauso del primo musical che feci ho cominciato a sperare di farcela.

Per anni sei stata considerata la sosia di Marilyn Monroe: era un peso e ne sei stata orgogliosa?

E’ sempre stato un onore poter renderle omaggio, non è mai stato un peso. Mi sono sempre divertita moltissimo. Naturalmente nel corso del tempo, ho sempre cercato di dimostrare che ero anche molto altro e spero di esserci riuscita.

Dopo tanti anni in Italia, ormai siamo la tua seconda casa? Cosa ti piace dell’Italia?

Sono italo – americana, entrambi i mondi mi appartengono. In America, ci sono tante realtà in una città come New York e questa caratteristica l’ho sempre amata; è la terra d’origine; l’Italia tuttavia l’ho sempre amata, quando sono arrivata la prima volta ho respirato aria di casa.

Nuovi progetti?

Sono testimonial di diversi enti sportivi, motivo per cui continuo a fare quello che già sto facendo per Sky Sport e non solo.

Justine Mattera in "Extravaganza!"

Previous articleFABRIZIO MORO TORNA LIVE
Next articlePilar Fogliati in “Odio il Natale”
Quando la musica, il cinema, il teatro e la televisione si uniscono al giornalismo dando vita a una passione costante per l'arte, lo spettacolo è inevitabile. Dopo aver collaborato con il quotidiano Infooggi (redazione siciliana) occupandosi di criminalità organizzata, ha aperto anche la rubrica settimanale “Così è (se gli pare)” di cui era anche responsabile con Alessandro Bertolucci. Ha collaborato con i quotidiani La Nostra Voce, Resto al Sud e con il mensile IN Magazine. Attualmente collabora con il Corriere Romagna che ha sede a Rimini, con il mensile PrimaFila Magazine che si occupa di cinema e libri, ed in ultimo ma non per importanza, con Showinair.news, l'attuale Testata Giornalistica, con articoli e interviste inedite a personaggi dello spettacolo del cinema, televisione, teatro, musica e articoli di cultura.