Ambientato nella Francia medievale, “The Last Duel”, ultima fatica di Ridley Scott, mette al centro della storia il coraggio di una donna (Jodie Comer) nel denunciare uno stupro in un periodo storico in cui le parole, e di conseguenza le accuse, di una figura femminile erano irrilevanti. Quest’ultima, Marguerite de Thibouville, è la moglie del coraggioso cavaliere Jean De Carrouges (Matt Damon) e trova la forza di rivelare quanto accaduto per opera di Jaques Le Gris (Adam Driver) – un vecchio amico del marito (ora rivale) che si dichiara innocente – pur mettendo a rischio la sua stessa vita. I due uomini, infatti, dovranno affrontare un duello mortale – chiamato duello di Dio -, il cui verdetto sarà considerato il volere del giudizio divino. Se De Carrouges perderà la vita nello scontro che decreterà la morte di uno dei due rivali, significherà che lady Marguerite aveva mentito sulla violenza subita e, dunque, dovrà essere bruciata viva. Se invece morirà Le Gris, tutto si risolverà per il meglio e l’onore della donna, dato che la sua parola si dimostrerà vera, sarà salvo.  Il film è tratto dall’omonimo libro di Eric Jager, un esperto di storia medievale, ed è ispirato a una vicenda realmente accaduta, fatta di tradimento, vendetta per l’onore ferito e di rivalsa femminile in un contesto che tende all’oggettificazione della donna. Dopo la presentazione ufficiale avvenuta durante l’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, il kolossal diretto da Ridley Scott si appresta a fare il suo esordio nelle sale italiane a partire dal 14 ottobre.